Artistico


Vai ai contenuti

Menu principale:


 

Artistico sito web di arti e mestieri: l'arte del Vetro

Artistico vi propone alcune nozioni sull'arte del vetro, alcune delle tecniche principali di decorazione del vetro: la tecnica Tiffany, lavorazione del vetro tramite assemblaggio di piccole tessere di vetro che donano alla composizione una vera e propria opera d'arte. La sabbiatura del vetro, tecnica di scalfitura superficiale del vetro per creare dei decori. La vetrofusione, tecnica in cui viene fuso il vetro ad altissima temperatura, in appositi forni, modellando il vetro con dei decori di vetri colorati sovrapposti in un unico insieme.

****
Vi invitiamo a seguire questo sito web, ricco di nozioni tecniche, e di racconti storici delle varie tecniche illustrate, con un linguaggio semplice e molto esplicativo frutto di esperienza personale e professionale in questo campo, metto a disposizione di chiunque fosse interessato a questi argomenti ad approfondire la conoscenza.

Artistico sito web di arti e mestieri: l'arte del Vetro

Brevi cenni storici del vetro

Secondo Plinio il Vecchio (nel suo trattato Naturalis Historia), il primo utilizzo del vetro risale al III millennio a.C. in Fenicia.Nel 2000 a.C. il vetro veniva impiegato in Egitto per produrre stoviglie, altri utensili e monili (detti perle di vetro). Intorno al 1000-500 a.C. risalgono piccoli vasi in vetro ritrovati in India e Cina.Nella metà del I secolo a.C. circa fu sviluppata la tecnica del soffiaggio, che ha permesso che oggetti prima rari e costosi divenissero molto più comuni. Durante l'Impero Romano il vetro fu plasmato in molte forme, principalmente vasi e bottiglie. I primi vetri erano di colore verde a causa della presenza di impurità di ferro nella sabbia utilizzata.


Artistico sito web di arti e mestieri: l'arte del Vetro

Caratteristiche del vetro

In forma pura, il vetro è trasparente, duro, pressoché inerte dal punto di vista chimico e biologico, e presenta una superficie molto liscia. Queste caratteristiche ne fanno un materiale utilizzato in molti settori; allo stesso tempo il vetro è fragile e tende a rompersi in frammenti taglienti. Questi svantaggi possono essere ovviati (in parte o interamente) con l'aggiunta di altri elementi chimici o per mezzo di trattamenti termici.
Una delle caratteristiche più evidenti del vetro ordinario è la trasparenza alla luce visibile. La trasparenza è dovuta all'assenza di stati di transizione elettronici nell'intervallo energetico della luce visibile e al fatto che il vetro non ha disomogeneità di grandezza confrontabile o superiore alla lunghezza d'onda della luce, che provocherebbero scattering, come avviene di solito con i bordi di grano dei materiali policristallini.
Il vetro comune non è invece trasparente alle lunghezze d'onda minori di 400 nm (ovvero il campo ultravioletto), a causa dell'aggiunta della soda. La silice pura (come il quarzo puro, piuttosto costosa) non assorbe invece gli ultravioletti e viene perciò impiegata nei settori dove occorre questa caratteristica.
Il vetro può essere prodotto in forma così pura da permettere il passaggio della luce nella regione dell'infrarosso per centinaia di chilometri nelle fibre ottiche.


Home Page | La Storia del Vetro | La tecnica Tiffany | La Vetrofusione | La sabbiatura del vetro | Il Mosaico | Tipologia di Vetri | La incisione del vetro | Disclaimer | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu